Image Alt

Storia

La Storia, l'Impresa, GianGusto

L’Altra Piadineria srl nasce dalla profonda e trentennale amicizia tra i suoi fondatori Paolo Malfassi e Leonardo Bagnoli nonché dalle diverse esperienze e professionalità di cui gli stessi sono portatori. Nel 1997, Paolo intraprende la gestione di un “classico” BAR. Ben presto il contatto stretto e quotidiano con la clientela gli permette di capire come l’esigenza ed il gusto del consumatore non siano più orientati verso il classico esercizio commerciale. Nasce così, nel maggio del 2003, il primo laboratorio artigianale di produzione e vendita di piadine e rotoli.

L’estate successiva Paolo coinvolge Leonardo al quale chiede se l’azienda di famiglia, la Pasticceria Leonardo srl, sia in grado di produrre una base per piadina da commercializzare in esclusiva per L’Altra Piadineria. Subito Leonardo attiva il reparto ricerca e sviluppo dell’azienda di Vinci (FI) al fine di studiarne la fattibilità e si dedica all’analisi delle potenzialità commerciali del prodotto. I mesi di sperimentazione che seguono, si concretizzano e portano alla realizzazione di un prodotto stabile e controllato, di qualità eccellente, tale da convincere Paolo e Leonardo anche dal punto di vista commerciale. Ne consegue la nascita dell’idea di aprire una catena di punti vendita in franchising, con l’intento di mettere a disposizione degli affiliati un ottimo prodotto, oltre alla professionalità dei due soci, acquisita con l’esperienza.

La storia del marchio GianGusto – L’altra Piadineria

Nel Maggio del 2003 nasce il primo punto vendita a Concesio (BS), gestito direttamente da Paolo Malfassi, è il luogo dove l’attuale rete GianGusto prende vita e forma. Il marchio originale utilizzato è quello “L’altra Piadineria”, marchio che ancora oggi è utilizzato per il settore B2B della catena.
Già a fine anno del 2003 parte la produzione autonoma delle base piada e si creano così le fondamenta per la nascita del franchising. Negli anni successivi nascono i primi negozi a marchio “L’Altra Piadineria”. Da Firenze a Roma, da Brescia all’Emilia gli anni tra il 2005 e il 2010 vedono la nascita di molti punti vendita del franchising L’altra Piadineria. In quest’epoca il format è caratterizzato da un aspetto rustico e dal colore arancione che riprende il logo L’Altra Piadineria, logo a cui è affiancato l’immagine di un giovane che addenta una piada, onnipresente in tutta la comunicazione.

Nel 2011 la strada cambia. Si decide di mantenere lo storico marchio l’altra piadineria in ambito B2B introducendo il nuovo marchio “GianGusto” per la vendita al dettaglio. Per segnare la continuità rispetto al passato, il nuovo marchio riprende il disegno del bambino che mangia la piadina e i colori del marchio storico.
Una scelta quella di differenziare il mercato retail da quello aziendale nata anche dalla crescita che l’azienda aveva avuto negli anni, e nella ricerca di un marchio che raccontasse l’italianità e la storicità del prodotto.

Si fa strada così il marchio GianGusto nel mercato retail, con le decine di punti vendita aperti, in importanti location italiane. I punti vendita in questa fase mantengono lo stile e i colori di quando il marchio utilizzato era “l’altra piadinera” per garantire ai clienti la continuità, non solo del prodotto apprezzato ma anche dello stile.
Sarà poi nell’autunno del 2016 che avviene l’ultima trasformazione, in ordine di tempo, viene infatti rinnovato il marchio GianGusto, con una grafica che racconta maggiormente la tradizione e l’italianità.

Il nuovo logo racconta infatti di una catena che è cresciuta, che si rivolge ora a un pubblico più maturo, che apprezza le tipicità del territorio e i sapori che solo un marchio italiano sa garantire. Accanto al nuovo marchio avviene un restyling dei punti vendita, aggiornati in linea con il cambio di logo, con interni color crema, arredi in rovere e banconi in marmo, per raccontare non solo con la piadina, ma anche visivamente il Made in Italy.

GIANGUSTO